Cicloturismo: crescita record del 41% in soli cinque anni

  • 1 Aprile 2019

    Sono sempre di più i turisti che, in Italia, scelgono di muoversi in bicicletta. Nel 2018, tra alberghi e abitazioni affitate a scopo ricettivo, sono stati infatti 77,6 milioni i ciclo-turisti che hanno pernottato nel belpaese. Una cifra che è pari all’8,4% del totale del turismo italiano per lo scorso anno e, per dare la misura, superiore al numero di abitanti dell’intero Paese (60 milioni). È quanto emerge dal primo rapporto Cicloturismo e cicloturisti in Italia realizzato da Isnart-Unioncamere e Legambiente, presentato a Roma nel corso del BikeSummit 2019.

    Quello che però desta maggior scalpore, è la crescita di questo movimento, pari al 41% in soli cinque anni, dal 2013 al 2018. Un movimento che, oggi, genera un indotto di 7,6 miliardi di euro. Uno stimolo a investire sempre di più sullo sviluppo di nuove ciclovie.

    “Le ciclovie e il turismo ciclabile – ha spiegato il direttore generale di Legambiente, Giorgio Zampetti – rappresentano una straordinaria opportunità per il turismo, l’economia, l’occupazione, ma anche per le aree interne del nostro Paese. È quindi evidente che l’Italia, con tutto il suo patrimonio culturale, artigianale e industriale, ha di fronte la necessità di una revisione radicale del suo modello di trasporti. La strada è tracciata, ed è una ciclovia. Ora serve dotare il nostro Paese di un osservatorio per il cicloturismo in grado di produrre un flusso di dati che costituisca un valido supporto per le decisioni politiche e soluzioni concrete e produttive in modo da continuare con decisione e rapidamente il percorso di realizzazione delle infrastrutture avviato negli anni scorsi”. 

    Comments(0)

    Leave a comment

    Required fields are marked *